CHI PUO' DONARE

DIVENTA DONATORE

La maggior parte di noi può donare il sangue e molti, almeno una volta nella vita, potrebbero averne bisogno.

Scrivici »

Come diventare donatore

Se hai un’età compresa tra i 18 e i 60 anni, un peso non inferiore ai 50 Kg, e godi di buona salute. Compila la domanda di iscrizione per diventare donatore (scarica il modulo) e recati a digiuno direttamente in Banca del sangue dal lun. al ven 7.30-10 in via Malta n.8 a Trento per eseguire gli esami di idoneità.

info: segreteria Lega M.Pasi G.Battisti volontari del sangue in via S.Sighele, 3 a Trento info@legapasibattisti.it

 

I criteri di selezione dell’aspirante donatore si articolano sostanzialmente in due fasi distinte:

 

  • anamnesi, raccolta mediante scheda di accettazione e modulo di iscrizione
  • esami di laboratorio e visita medica presso la Banca del Sangue

 

Una serie di procedure chimico-fisiche effettuate sui campioni di sangue prelevati all’aspirante donatore consente di rilevare la rispondenza dei valori ematici, che devono rientrare nei limiti di legge (L. 3/3/2005). Solo il pieno superamento di questo passaggio permette di definire l’idoneità.

 

Il ritiro delle analisi e della tessera d’iscrizione alla Lega (sulla tessera verranno annotate tutte le donazioni) avviene presso la Banca del Sangue, dove, previo appuntamento viene effettuata una visita medica, che determina ufficialmente l’idoneità alla donazione.

 

La visita medica consiste in un esame clinico, mirato a valutare i più importanti organi ed apparati e le condizioni generali di salute del donatore, dopo un colloquio riservato tra medico ed aspirante donatore: colloquio e visita sono volti all’individuazione di aspetti ed episodi della vita di quest’ultimo potenzialmente rilevanti ai fini della determinazione dell’idoneità dello stesso. In questa fase si instaura un rapporto di fiducia reciproca tra le due parti, in cui l’onestà del potenziale donatore deve trovare come naturale complemento la disponibilità del medico ad ogni eventuale richiesta di chiarimenti.

 

Superato questo stadio, da considerare per molti versi come introduttivo alla donazione, il donatore è dichiarato idoneo. In breve tempo verrà convocato per la prima donazione di sangue e, coerentemente con il suo quadro clinico ed ematico, sarà poi periodicamente contattato e dovrà, nei limiti delle sue possibilità, rendersi a tal proposito disponibile.

 

L’impegno del donatore sarà, da questo momento in poi, quello di osservare una condotta di vita equilibrata e sana, cercando di seguire un regime alimentare vario, completo ed equilibrato.

Nell’eventualità in cui dalla visita medica o dagli esami di laboratorio emergessero delle anomalie, i donatori e gli aspiranti non idonei vengono, in base alla normativa vigente, esclusi temporaneamente o definitivamente dalla donazione stessa.

 

Criteri generali di valutazione e accettazione del donatore (D.M. 3/3/2005)

 

  • età minima: 18 anni
  • età massima per prima donazione < o = 65 anni: la legislazione attuale non impone stop assoluti, lasciando la decisione al giudizio discrezionale del medico tranne per i donatori inseriti in un programma di plasmaferesi continuativa la cui età massima è fissata a 60 anni. Il limite di età per la donazione di sangue intero è fissata a 65 anni, con eventuale possibilità di prolungamento sotto responsabilità clinica del medico e controlli strumentali.
  • peso minimo 50 Kg
  • polso 50 e 100 battiti/min.
  • pressione arteriosa massima compresa tra 110 e 180 mm/Hg
  • pressione minima compresa tra 60 e 100 mm/Hg
  • emoglobina:
    per il sangue intero > o = a 12,5 g/dl donna 13,5 g/dl uomo
    per plasmaferesi > o = 11,5 g/dl donna 12,5 g/dl uomo
    per piastrine da aferesi e plasma pastrine da aferesi >o= 12,5g/dl donna >o= a 13,5 g/dl uomo

 

Leggi i documenti :

 


Documenti allegati